PAUL-HENRI SPAAK




Statista e uomo politico belga (1899-1972)

Ministro dei trasporti, capo del Governo e due volte Ministro degli Esteri prima del secondo conflitto mondiale, mantenne tale carica anche nel governo belga in esilio a Londra.

Dopo la guerra fu il primo presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (1946), presidente dell’OECE; del Consiglio Europeo (1950) e dell’Assemblea della CECA(1952), nonché Segretario Generale della NATO (1957-1961).

Il suo nome è legato indelebilmente alla ripresa del processo di integrazione europea dopo lo stop della CED. Infatti, ebbe un ruolo di primissimo piano nella Conferenza di Messina del 1955, che creò il Comitato Spaak, con il delicato compito di delineare gli obiettivi e gli strumenti per proseguire nella costruzione comunitaria. Alla riunione dei Ministri CECA a Venezia nel 1956 furono approvate le proposte per l’istituzione di una Comunità Economica e di una Comunità per l’Energia Atomica, poi confluite nei Trattati di Roma del 1957.

Nuovamente Ministro degli Esteri belga dal 1962, si ritirò a vita privata nel 1966.




Share Box