I COMITATI E LE AGENZIE




Il Comitato Economico e Sociale Europeo

Creato nel 1957, il Comitato Economico e Sociale Europeo è un organo consultivo del Parlamento, del Consiglio e della Commissione. Composto da 344 membri provenienti dalle categorie dei datori di lavoro, dei lavoratori, e di altre attività socio-economiche, i suoi membri sono eletti per un mandato rinnovabile di 5 anni dai governi nazionali e dal Consiglio. Il Comitato è un forum di discussione su temi legati al mercato unico e del lavoro, che viene consultato obbligatoriamente o in maniera facoltativa a seconda di quanto previsto dei Trattati. Il numero dei rappresentanti varia secondo la popolazione nazionale, da un massimo di 24 membri per Germania, Francia e Italia ad un minimo di 5 per Malta.

Il Comitato delle Regioni

Il Comitato delle regioni è un organo consultivo che dà voce agli enti regionali e locali dell'Unione europea.

Il ruolo del Comitato delle regioni (CdR) è quello di fare in modo che le decisioni dell'UE tengano conto della prospettiva locale e regionale. A tal fine, il Comitato pubblica relazioni e pareri.

La Commissione, il Consiglio e il Parlamento devono consultare il Comitato delle Regioni prima che l'UE prenda decisioni su temi di competenza delle amministrazioni locali e regionali.

I membri del comitato, attualmente 344, sono in ambito nazionale titolari di un mandato elettorale regionale o locale. Sono eletti per un periodo di cinque anni con decisione del Consiglio su proposta della Commissione.

Vi sono sei Commissioni che si occupano di diversi settori politici e preparano i pareri da discutere nelle sessioni plenarie: Commissione politica di coesione territoriale; Commissione politica economica e sociale; Commissione istruzione, gioventù e cultura; Commissione ambiente, cambiamenti climatici ed energia; Commissione cittadinanza, governance, affari istituzionali ed esterni; Commissione risorse naturali. Nel Comitato delle Regioni sono infine rappresentati quattro gruppi politici che riflettono i principali schieramenti europei.

Agenzie di regolamentazione

Le Agenzie dell’Unione europea sono enti di varia denominazione istituiti con finalità di controllo o col compito di fornire a chiunque ne abbia bisogno informazioni e pareri di natura tecnica. Questi organismi sono enti con propria personalità giuridica, finanziaria e contabile. La loro struttura prevede un Consiglio di amministrazione, un Direttore generale e un Comitato tecnico-scientifico.

In particolare, le agenzie per la regolamentazione sono agenzie settoriali che svolgono il ruolo di osservatori, come ad esempio l’Osservatorio delle droghe e delle tossicodipendenze, oppure che si occupano del corretto funzionamento del mercato unico, come ad esempio l’Ufficio per l’armonizzazione del mercato interno, l’Agenzia europea per la sicurezza marittima e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare.

Un'altra funzione svolta dalle agenzie di regolamentazione è quella della promozione del dialogo sociale - sulla falsariga di uno dei compiti del Comitato Economico e Sociale Europeo - come portato avanti dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro o la Fondazione europea per la formazione professionale.

Le Agenzie decentrate

Sono strutture create per fornire aiuto e consulenza agli Stati membri in campo giuridico, tecnico e scientifico, nonché per decentrare alcuni organi che devono attuare le politiche europee, lasciando libere le Istituzioni decisionali di concentrarsi nell’elaborazione di tali politiche. Le agenzie rafforzano inoltre la cooperazione tra l'UE e i governi nazionali in settori importanti, riunendo le competenze tecniche e specialistiche disponibili a livello europeo e nazionale. Tra le principali agenzie troviamo l’Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell’energia, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e l’Agenzia europea per la sicurezza aerea. Nel campo delle relazioni esterne troviamo l’Agenzia europea di Difesa, il Centro satellitare dell’Unione europea e l’Istituto per gli studi sulla sicurezza.

Le Agenzie EURATOM

Sono organismi creati per realizzare gli obiettivi della terza Comunità europea, quella per l’energia atomica. In particolare, il loro scopo è di coordinare i programmi nucleari nazionali, promuovere un uso pacifico dell’energia atomica, finanziare le infrastrutture in questo settore e assicurare un approvvigionamento sufficiente per l’UE. Le agenzie specializzate in questo campo sono l’Agenzia di approvvigionamento EURATOM, l’Impresa comune europea per il progetto ITER e lo sviluppo dell’energia da fusione.

Le Agenzie esecutive

Questi sono organismi creati per la gestione e l’esecuzione di uno o più programmi europei, un compito affidato loro dalla Commissione europea. Tra le principali agenzie si segnalano l’Agenzia esecutiva per la ricerca, l’Agenzia esecutiva per la competitività e l’innovazione, e l’Agenzia esecutiva per la rete transeuropea di trasporto.




Share Box