Vertice di Versailles: verso un'Europa a piu' velocita'

07-03-2017



Martedì 6 marzo, i leader delle principali potenze demografiche ed economiche dell'Unione europea - Germania, Francia, Italia e Spagna - si sono riuniti a Versailles per discutere sul futuro dell'Europa.

Hollande, Gentiloni, Merkel e Rajoy hanno ribadito la necessità di rilanciare il processo d'integrazione europea per far fronte alle molteplici sfide, tra cui la crisi economica, il fenomeno migratorio e la diffusione dell'euroscetticismo in diversi paesi.

La risposta elaborata al summit di Versailles si rifà al modello dell'Europa a più velocità, ovvero permettere ai paesi più volenterosi di accelerare sull'integrazione in nuovi settori quali il lavoro, la sicurezza e la difesa senza però imporlo agli altri.

Già prefigurata in uno degli scenari del Libro Bianco presentato la settimana scorsa dalla Commissione Juncker, l'idea di un'Europa a più velocità pare ottenere sempre più consenso anche fra gli Stati membri quale ricetta per superare lo status quo e uscire dalla crisi che investe il processo d'integrazione.

Il summit di Versailles si è svolto a tre settimane dall'anniversario dei 60 anni dalla firma dei trattati di Roma e dalla nascita della Comunità economica europea che ricorre il 25 marzo.




    Share Box